martedì 15 luglio 2008

censura, censura, ancora censura




Ormai non me ne frega più niente, tra una settimana torno a casa e me la smetterò di cercare proxy, siti mirror e cazzate varie per poter vedere (e raccontare) dalla Cina ciò che vogliono nascondere.

Per la pubblicazione di un blog esiste un utile add-ons di Mozilla (Scribfire) scaricabile da qui. Ne esistono tanti in teoria, ma questo è abbastanza comodo, permette di gestire tutti i post con modifiche e aggiunte di immagini proprio come sto facendo io ora.

Per la visualizzazione si spera sempre nella funzionalità delle solite dritte di lostlaowai anche se - a 24 giorni dalle Olimpiadi - nulla davvero sembra poter aprire un sito di blogspot tranne il modesto visualizzatore di google.

Ormai io sono alla fine, ma immagino che a qualcuno potrà far piacere ripescare tutte queste informazioni.


LINK:
Scribfire
Lostlaowai
Visualizzatore pagine web di Google


Nella foto: editor di blogger.com visto dalla Cina

7 Comments:

maikonauta said...

hahaha, lost laowai!

fico!

scorzarch said...

Grazie, Michele!

Le tue informazioni torneranno utili, eccome!

A breve io e mia moglie ci trasferiremo per lavoro a Pechino e resteremo mal che vada (o ben che vada, a seconda di come ci troveremo) un paio d'anni. Anche noi vorremmo aprire un blog per cercare di mantenere qualche contatto con amici e parenti (oltre al prezioso utilizzo di Skype, intendo).

Certo la tua esperienza di blogger da lì mi mette un po' d'ansia...

Hai mica qualche altro consiglio?

Cordialmente,
Luigi

michele said...

Ciao Luigi,
beato te che te ne vai in Cina..
Scusa la domanda, ma come ci si riesce, di questi tempi, a trovare un impiego di lavoro per un posto come la Cina?
fammi sapere se ti serve un assistente che ho già la valigia pronta..

Ad ogni modo, ci sono delle precisazioni da fare per quanto riguarda la censura.
Fai attenzione alla data del post: quella che descrivevo era la situazione a poche settimane dall'inizio delle Olimpiadi..

Col tempo, ti renderai conto anche tu che in momenti "politicamente caldi" (apertura delle Olimpiadi, commemorazioni storiche, proteste etc.) il Great Firewall of China tende ad essere più oppressivo, fino ad impedirti di visualizzare le più innocue delle pagine web.

Ad ogni modo, però, la censura funziona molto meno di quanto non venga "pubblicizzata" dai media e/o da blog come il mio..
tutto sommato, ho imprecato di più in quest'anno - contro disservizi e cadute di linea di Telecom Italia - di quanto non abbia fatto contro la censura in Cina..

Se decidi di pubblicare un blog attraverso blogspot (come in questo caso), l'unica noia è di non poter visualizzare la pagina del tuo post pubblicato (ad esempio, io non potevo visualizzare ciò che pubblicavo su http://micheleincina.blogspot.com; al suo posto, una pagina bianca).
Per la scrittura, invece, nessun problema: la fase di writing avviene attraverso il sito blogger.com (non blogspot.com!!). Evidentemente, Google e la censura cinese si sono messi d'accordo in questa maniera: "io Governo della RPC ti lascio operare con il servizio di blogging nel mio paese, ma non permetto che i miei cittadini (cinesi e non) ne visualizzino i contenuti".

Scrivimi un'email in privato (michele983@gmail.com) se hai altri dubbi

ciao

scorzarch said...

Caspita... credevo che non fossi più così attivo sul tuo blog, visto che avevo letto della tua intenzione di chiuderlo!

In realtà non ho "trovato" un lavoro in Cina. Sinceramente neanche avrei mai pensato di andare fino in Cina per lavoro.
Ma la mia azienda italiana mi ha proposto di seguire un cantiere tra Pechino e Tianjin, e siccome l'opportunità (economica e professionale) è davvero vantaggiosa, e io e mia moglie siamo amanti dell'"avventura", abbiamo deciso di provare quest'esperienza, non senza dubbi e preoccupazioni, tantopiù che nessuno dei due parla ancora cinese. E nutro seri dubbi sul fatto che il My Chinese Coach del mio Nintendo DS possa far granché, oltre a intrattenermi la sera prima di mettermi a dormire!

Mi sai per caso dire se chi usa WordPress ha gli stessi problemi di Blogspot?

Scusa se continuo a scrivere sul Blog anziché sulla tua mail, ma penso che questa informazione possa tornare utile anche ad altri.

scorzarch said...

mi rispondo da solo... ho trovato questo

http://whatblocked.com/

Indica quali siti sono oscurati dal regime cinese.


Tuttavia ho anche trovato questo

https://12vpn.com/about/

è una utility A PAGAMENTO che permette di connettersi a dei proxy di Hong Kong per poter navigare su qualunque sito. Pare che funzioni anche in Cina... sarà vero?

michele said...

grazie per la soffiata, molto utile il sito whatblocked.com che monitora lo stato attuale della censura.

Per il proxy a pagamento, invece, ti consiglierei delle alternative.
Dal momento che il servizio è a pagamento, può anche darsi che funzioni bene come dici..
comunque lo terrei come soluzione di riserva.
Esistono infatti molti siti che permettono un servizio proxy senza costi aggiuntivi.

prova questi: ognuno (a modo suo) funziona!

http://twitxy.com/
http://anonymouse.org/anonwww.html
http://www.google.it/gwt/n

scorzarch said...

ottime dritte.

Grazie!

Credo che nei prossimi giorni ne approfitterò per porti più di qualche domanda... ;)